Coronavirus, Germania: scatta l’obbligo della mascherina

Coronavirus, seconda settimana di Fase 2 in Germania: nei land tedeschi scatta l'obbligo della mascherina. I numeri del contagio.

Coronavirus

Fase 2: per la Germania è arrivata già da qualche giorno. Tuttavia, per il governo tedesco l’emergenza COVID-19 non è ancora passata: e allora si correi ai rimedi. Diversi giornali stanno riportando la notizia che da oggi c’è l’obbligo di indossare le mascherine in tutta la Germania. L’applicazione varierà da land a land: mentre la Baviera prevede multe da 150 euro per chi non le indossa, a Berlino la politica delle mascherine è molto più permissiva. Da domani, dopo le aperture della scorsa settimana, riapriranno anche gli Zoo, anche quello più famoso, nella capitale.

I numeri del Coronavirus in Germania

Il Robert Koch Institute di Berlino (Rki), l’istituto epidemiologico più importante in Germania, ha stimato che ad oggi circa 112.000 persone sono già guarite dall’infezione, 2.200 in più rispetto a ieri.

Secondo i dati dell’Rki aggiornati a sabato 25 aprile, il tasso di contagio si è mantenuto a 0,9. Ciò – spiega Adnkronos – vuol dire che, in media, quasi ogni persona infetta infetta un’altra persona e che il numero di nuovi pazienti diminuisce leggermente.

Un numero particolarmente elevato di infezioni è stato segnalato dagli Stati bavaresi, con 40.951 casi confermati e almeno 1.584 decessi, Renania settentrionale-Vestfalia, con 31.460 casi e almeno 1.084 decessi, nonché il Baden-Württemberg, con 30.739 casi confermati e meno 1.237 morti. In relazione al numero di infezioni per 100.000 abitanti, la Baviera presenta il valore più alto, con 313.2 infezioni. La media per tutta la Germania era di 185,4. Tuttavia, va notato che il numero di test effettuati per 100.000 abitanti varia tra i Länder tedeschi.

Secondo i numeri della Johns Hopkins University, la Germania è il quinto paese per numero di contagi al mondo. I positivi al COVID sarebbero oltre 157 mila persone.

Che cosa ha riaperto?

Nel paese guidato da Angela Merkel, lo scorso lunedì hanno riaperto i negozi con una superficie inferiore agli 800 metri quadri, con misure e tempistiche diverse nei vari Land. Serrande alzate a prescindere dalla dimensione anche per concessionari di auto, negozi di biciclette e le librerie. In alcuni land hanno riaperto anche gli zoo. 

Per gli studenti delle classi superiori che si preparano a sostenere esami è stata riaperta anche la scuola. Ma solo in alcuni Land: in Sassonia, a Berlino e nel Brandeburgo. Altri attenderanno l’inizio di maggio per la riapertura.