Francia, in calo i numeri dei ricoveri e della terapia intensiva

La Francia è il quarto Paese al mondo per numero di contagi da COVID-19. Ma stanno diminuendo i numeri delle terapie intensive: è un dato molto positivo.

Macron:
Emmanuel Macron

Fino ad adesso la pandemia del Coronavirus ha provocato la morte di 20.796 persone in Francia dall’inizio di marzo, di cui 531 solo nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto in conferenza stampa il direttore generale della Sanità francese, Jerome Salomon, precisando però una buona notizia: la pressione sugli ospedali continua progressivamente ad allentarsi.

Secondi i dati rilasciati sarebbero in leggero calo, infatti, sia i ricoveri che i pazienti in terapia intensiva. Sui decessi, ha sottolineato Salomon, 12.900 sono avvenuti negli ospedali (+387 da ieri) e 7.896 nelle Ephad (+144 da ieri), le case di riposo.

Per la Johns Hopkins University, l’università statunitense che aggiorna quotidianamente i dati sul contagio da COVID-19, la Francia è, con i suoi 160 mila casi, il quarto stato al mondo per numero di contagi. Prima di lei USA, Italia e Spagna.

Macron: “In Francia luoghi di culto apriranno a giugno”

Intanto, il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha fatto sapere che i luoghi di culto del Paese resteranno chiusi almeno fino a giugno. Ripartiranno invece dall’11 maggio alcune attività. In modo graduale, ovviamente, per evitare possibili ricadute.