Coronavirus, la Francia è il terzo Paese più colpito al mondo: polemiche per la gestione Macron

In Francia crescono i numeri del Coronavirus. E scatta la polemica, contro la gestione dell'emergenza da parte del Presidente Macron.

Emmanuel Macron a Roma
Emmanuel Macron, Presidente della Francia

Non stanno andando bene le cose in Francia. Il coronavirus, sta continuando a diffondersi e il numero dei contagi sale. Secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University, il Paese guidato da Emmanuel Macron avrebbe superato la Germania per numero di positivi (è il quarto al mondo, dopo USA, Spagna e Italia): gli ultimi dati parlano di 110 mila contagiati.

Coronavirus, in Francia oltre 10 mila decessi

Non è tutto: la Francia si piazza sul podio in cui nessuno stato vorrebbe mai trovarsi, quello relativo al numero delle vittime. I numeri dei morti da COVID-19 sono oltre 10 mila. Davanti alla Francia solo Italia e Spagna, in cui si contano rispettivamente 17 mila e 14 mila decessi.

Le Pen a Macron: “Assolutamente deprimente”

Nel pieno dell’emergenza, con la curva epidemica ancora in ascesa, in Francia è polemica sulla gestione dell’emergenza da parte del Presidente Macron. Miccia della querelle delle ultime ore, è la visita del Presidente ad un centro medico nella banlieue di Parigi in cui il leader francese appare senza mascherina.

Non è tutto: fuori dall’ospedale, ad aspettarlo, una folla di cittadini del comune di Pantin (alle porte di Parigi), in cerca di un selfie o di un autografo. Ovviamente, senza rispettare le distanza di sicurezza necessarie a contenere il virus.

Il leader di En Marche, ha dovuto chiedere alla folla di disperdersi e “rispettare le regole”. Sui social, invetibilmente, scatta la polemica. In prima linea l’ex avversaria di Macron per l’Eliseo, Marine Le Pen, che su twitter si è scagliata contro il Presidente.

“A Pantin – scrive – persone accalcate senza rispetto del confinamento né delle distanze, davanti al presidente della Repubblica. Assolutamente deprimente”.