Pedofilia, il cardinale Pell prosciolto e liberato dal carcere

Pedofilia, il cardinale Pell prosciolto e liberato dal carcere. Era stato condannato a 6 anni, uno già scontato

Pedofilia, il cardinale Pell prosciolto e liberato dal carcere
Il cardinale George Pell

Pedofilia, il cardinale Pell prosciolto e liberato dal carcere. E’ già uscito di prigione il cardinale George Pell, ex capo della Segreteria per l’economia vaticana, la cui condanna a sei anni di reclusione per abusi su minori è stata cancellata dall’Alta Corte australiana. Una sentenza, ha commentato l’alto prelato, che ripara a “una grave ingiustizia”. “Non voglio che la mia assoluzione aumenti il dolore e l’amarezza che molti provano. Ce n’è già abbastanza”, ha aggiunto in una nota diramata subito prima del suo rilascio dal carcere dello Stato di Victoria, nel quale ha passato un anno.

Ex consigliere di papa Francesco, Pell era stato condannato a sei anni di nel marzo del 2019 per l’accusa di aver molestato due ragazzi dopo una messa domenicale nel 1996.

Pedofilia, il cardinale Pell prosciolto e liberato dal carcere

La condanna era arrivata sulla base di cinque capi di imputazione, rendendolo il primo vescovo dichiarato colpevole in un tribunale penale per abusi sessuali su minori, secondo il sito BishopAccountability.org, che tiene traccia dei casi di abusi da parte del clero cattolico. La sentenza di condanna, molto al di sotto del massimo di 50 anni, aveva passato indenne il primo grado di appello. Ma nella sua sentenza di martedì, l’Alta Corte ha riscontrato che per tutti e cinque i capi di accusa c’erano molte “eventualità improbabili” che non erano state completamente considerate dalla giuria. Esiste “una possibilità significativa”, hanno scritto i giudici dell’alta corte, “che una persona innocente sia stata condannata”. Ovvero, non c’è stata l’assenza di ogni ragionevole dubbio necessaria per condannarlo.