Stati Uniti: la Convention dei democratici è rinviata ad agosto

Slitta ad agosto la Convention dei democratici USA. Il paese sta affrontando con tutte le sue forze l'emergenza Coronavirus.

Joe Biden durante un evento elettorale per le primarie (Foto Flickr/Gage Skidmore)

Che fine hanno fatto le primarie democratiche negli Stati Uniti? Ci sono ancora, ma inevitabilmente sono in una fare di “stop” a seguito della diffusione del Coronavirus in tutto il Paese.

Convention Democratica: tutto rinviato ad agosto

Il momento finale delle primarie dem, sarebbe dovuto svolgersi nel mese di luglio con la classica “Convention democratica“, il momento in cui viene ufficializzato il nome di colui che ha vinto la nomination (come funziona lo abbiamo spiegato nel dettaglio qui). E’ di pochi giorni fa la scelta di rinviare il momento da luglio ad agosto.

La decisione è stata annunciata giovedì dal Partito Democratico (tramite la pagina Twitter della Convention 2020), dopo che mercoledì lo aveva chiesto pubblicamente Joe Biden, ex vicepresidente USA e favorito per la vittoria delle primarie ancora in corso. Secondo le ultime informazioni, la convention si terrà a Milwaukee, in Wisconsin, a partire dal 17 agosto.

Negli Stati Uniti la situazione Coronavirus è grave

Il rinvio della convention è stato deciso nella speranza che per agosto sarà rientrata almeno in parte l’emergenza legata all’epidemia da COVID-19. Attualmente la situazione nel nuovo continente è molto grave: nelle ultime 24 ore sono morte oltre 1000 persone e il Paese è il primo al mondo in termini di contagi.