Biden è a tanto così dal prendersi la nomination

Biden è a tanto così dal prendersi la nomination: l'ex vicepresidente ha vinto le primarie in Michigan, Missouri, Mississippi e Idaho

Coronavirus, il piano Biden per riaprire l'America
Joe Biden

Biden è a tanto così dal prendersi la nomination. Dà forza alla propria corsa alla nomination democratica per le presidenziali degli Stati Uniti: nelle primarie in sei Stati, il secondo super Tuesday, se ne prende quattro, incluso l’importante Michigan, aumentando così ulteriormente il distacco tra sè e lo sfidante Bernie Sanders. L’ex vicepresidente di barack Obama Joe Biden, centrista amato dall’establishment Dem, ha vinto anche in Missouri, Mississippi e Idaho, confermando la presa sugli elettori della classe lavoratrice e afroamericani. Le speranze del radical Sanders restano sugli Stati di North Dakota e Washington, nei quali il conteggio dei voti va avanti.

Biden è a tanto così dal prendersi la nomination

Molti avevano detto che la “mia candidatura era morta”, invece “ora siamo molto vivi” e i sostenitori di Sanders dovrebbero appoggiarmi: “Abbiamo bisogno di voi, vi vogliamo, c’è posto per ciascuno di voi nella nostra campagna. Voglio ringraziare Bernie Sanders e i suoi sostenitori per l’energia instancabile e la loro passione”. Così ha detto Biden a Philadelphia. “Condividiamo un obiettivo comune e insieme batteremo Donald Trump“. Per colpa dell’epidemia globale di Covid-19, sia Sanders sia Biden hanno cancellato all’improvviso i comizi in Ohio, previsti martedì notte: il primo è ritornato a casa sua in Vermont, mentre Biden ha deciso di parlare a Philadephia. Il Democratic National Committee ha anche annunciato che il dibattito di domenica tra i due candidati principali si terrà senza pubblico. Secondo Associated Press, Biden ha ottenuto 153 nuovi delegati, di cui 53 in Michigan, 40 in Missouri, 29 in Mississippi, cinque in North Dakota, 17 in Washington e nove in Idaho. Sanders ne ha avuti 89: 35 in Michigan, 23 in Missouri, due in Mississippi, sette in Idaho, cinque in North Dakota e 17 in Washington.