Migranti in Grecia: una coalizione di Paesi UE apre le porte a 1500 bambini

Una misura pensata in un'ottica di "sostegno umanitario", annunciata questa mattina dal governo tedesco. Non ci sono ancora dettagli su quali siano i Paesi UE coinvolti.

Migranti, il Tribunale dichiara che il respingimento è illegale
Migranti

Pochi minuti fa, L’ANSA ha riportato che 1500 bambini approdati in Grecia in questi ultimi giorni verranno accolti da alcuni Paesi europei. Una misura pensata in un’ottica di “sostegno umanitario”, dopo le ultime drammatiche giornate vissute nelle isole greche. Ad annunciarlo questa mattina il governo tedesco.

Migranti: l’esodo verso il confine greco

Sarà una coalizione di Paesi “volontari” dell’Unione europea ad accogliere fino a 1500 bambini che attualmente si trovano nelle isole Greche. La misura è stata annunciata a seguito dell’esodo di oltre 20 mila persone dalla Turchia al confine greco (qui il nostro approfondimento sul tema).

L’UE apre le porte a 1500 bambini: il commento di Berlino

“A livello europeo, in questi giorni si stanno svolgendo negoziati su una soluzione umanitaria, con l’obiettivo di organizzare la cura di questi bambini nel quadro di una coalizione di volontari”, ha sottolineato Berlino in un comunicato stampa, senza specificare quali siano i Paesi coinvolti

“Vogliamo aiutare la Grecia ad affrontare la difficile situazione umanitaria di 1.000-1.500 bambini sulle isole”, hanno aggiunto i partiti della coalizione di governo della cancelliera Angela Merkel.

“Questi – hanno detto – sono bambini che, a causa di una malattia, hanno urgentemente bisogno di cure, o sono bambini non accompagnati di età inferiore ai 14 anni, per lo più femmine”.