Elezioni ad Amburgo: vincono sinistra e verdi, crolla la CDU di Angela Merkel

Elezioni ad Amburgo: riconfermata la coalizione dei socialisti e i verdi. Crolla la CDU: è il peggior risultato degli ultimi 70 anni.

Elezioni ad Amburgo. Foto da ilmanifesto.it.

Si conferma la roccaforte dei Socialdemocratici, la città di Amburgo. Alle elezioni della città-stato di ieri, domenica 23 febbraio, è stata infatti riconfermata la coalizione uscente Rosso-Verde, composta da SPD e Verdi. Ma la vera notizia è il crollo della CDU di Angela Merkel: il suo candidato, Marcus Weinberg ha ottenuto l’11,2% dei voti, il peggior risultato degli ultimi 70 anni.

Elezioni Amburgo: riconfermata la coalizione uscente

Peter Tschentscher, 53 anni, il candidato del partito Socialdemocratico (SPD), ha ottenuto il 39% dei voti. Un risultato che gli permetterà di governare anche per i prossimi anni, nonostante il -7,8% rispetto alle precedenti elezioni. Un vero colpo vincente invece per i Verdi, che con il 24,2% di ieri sera, crescono del 13% rispetto alle elezioni precedenti nel 2015 e si confermano una delle forza politiche più attrattive del Paese.

Male per il CDU della Merkel

Deludente la performance del partito dell’Unione cristiano-democratica (CDU). “Non ci girerò attorno, è una giornata amara per la Cdu, che ha riportato una sconfitta dalle dimensioni storiche che non possiamo sottovalutare in alcun modo”, ha detto il segretario generale CDU Paul Ziemiack, annunciando che i risultati saranno “analizzati e discussi in presidio”.

L’ultradestra entra in consiglio regionale

Ancora poco chiara la posizione di Liberali e Afd, il partito dell’Ultradestra. Per loro è necessario superare la soglia di sbarramento del 5% per entrare nel consiglio regionale. Alcuni giornali, tra cui La Repubblica, hanno riportato che l’Afd ha di poco superato la soglia di sbarramento ed entrerà in consiglio. Tuttavia, rispetto a 5 anni fa, la forza di estrema destra ha perso quasi un punto percentuale.