Missili dell’Iran contro basi USA: parte l’operazione “Soleimani Martire”

Decine di missili iraniani hanno colpito due basi militari statunitensi in Iraq. Al via l'operazione "Soleimani Martire": gli USA meditano sulla risposta.

Operazione “Soleimani Martire”, tensione USA-Iran
Operazione “Soleimani Martire”, tensione USA-Iran (foto Youtube)

Le tensioni tra Stati Uniti e Iran, partite con l’uccisione del generale Soleimani in Iraq, sono sfociate in un attacco missilistico contro due basi occupate da militari statunitensi. L’evento si è verificato contro le basi di al-Asad ed Erbil. Attualmente sono stati annunciati 80 morti ma non vi sono conferme sul fatto che vi siano vittime americane.

Operazione “Soleimani Martire”, scontro aperta tra USA e Iran

Il raid ha provocato il ferimento di circa duecento persone. Colpiti equipaggiamenti, elicotteri e droni presenti nella base militare di al-Asad. Secondo la Guardia Rivoluzionaria almeno 15 missili hanno colpito basi statunitensi, e nessuno è stato intercettato dall’esercito americano. Nessun soldato iracheno risulta colpito nell’attacco iraniano. I militari italiani, presenti ad Erbil, si sono rifugiati nei bunker: nessun ferito. Il Pentagono, dal proprio canto, potrebbe rispondere al fuoco dando vita a una spirale senza ritorno.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.