La morte di Soleimani e l’intenzione di colpire gli interessi degli Stati Uniti

Le dinamiche politiche tra Stati Uniti e Iran sono piuttosto precarie e alquanto tese. L'uccisione di Soleimani ha lasciato non pochi strascichi.

Generale Soleimani ucciso
Generale Soleimani ucciso (foto Youtube)

L’ayatollah Ali Khamenei ha annunciato di voler vendicare la morte del generale Qassem Soleimani. L’uomo è stato ucciso durante un’operazione statunitense avvenuta a Baghdad. A riportare la notizia è il “New York Times” che scrive testualmente: «La riposta potrebbe essere un attacco diretto e proporzionato agli interessi americani. E a condurre questo attacco devono essere ”le stesse forze iraniane».

L’uccisione di Soleimani apre una grossa voragine tra Stati Uniti e Iran

Il generale Hossein Salami è intervenuto durante la cerimonia di Kerman. Presenti centinaia di migliaia di persone. L’intenzione è quella di colpire i punti strategici, tanto cari agli USA in territorio iraniano. Intanto nel Paese si grida vendetta. Bruciate bandiere di Israele, Stati Uniti e Regno Unito. Il Parlamento di Teheran, nel frattempo, sta preparando un disegno di legge per indicare il comando del Pentagono una “organizzazione terroristica” (fonte agenzia stampa “Irna”). Donald Trump attende le mosse politiche e militari dell’Iran.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.