Italia sospende addestramento truppe in Iraq, Conte: “Temo escalation”

L'Italia ha sospeso l'addestramento delle truppe in Iraq. Da fonti vicine alla Difesa si apprende che è stata una decisione "in linea con la coalizione".

Italia sospende addestramento truppe Iraq
Italia sospende addestramento truppe Iraq

L’Italia ha sospeso l’addestramento delle truppe in Iraq. Da fonti vicine alla Difesa si apprende che è stata una decisione “in linea con la coalizione”. Si tratta – continua la nota- di “una delle misure di sicurezza decise” dopo il raid a Baghdad nel quale è rimasto ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani. La missione di addestramento, si spiega, “una volta stabilizzata la situazione, verrà ripresa quanto prima”. La notizia è stata battuta dall’agenzia di stampa Adnkronos.

La sospensione dell’addestramento dovrebbe riguardare comunque soltanto una della attività della missione in corso, e non tutta la missione stessa. La sospensione riguarda tutti i Paesi della coalizione anti-Isis, secondo quanto annunciato anche da fonti militari tedesche.

Conte preoccupato per escalation

Fonti vicine a palazzo Chigi intanto hanno riferito della forte preoccupazione di Giuseppe Conte. “Forte preoccupazione per l’escalation. Da Conte appello alla moderazione, al dialogo e al senso di responsabilità“, si legge in una seconda nota stampa.

E ancora: “In questa prospettiva l’Ue può giocare un ruolo fondamentale e offrire un contributo determinante. Conte si sta prodigando affinché l’Europa possa esercitare tutto il proprio peso diplomatico per evitare sviluppi imprevedibili e vanificare così tutti gli sforzi per stabilizzare l’area. Massima attenzione per i nostri militari nella regione”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.