Francia dice no all’esportazione del Cimabue: “Tesoro inestimabile”

Cimabue
Cimabue

La Francia ha bloccato l’esportazione di un’opera di Cimabue, ‘Cristo deriso’. L’opera era stata rinvenuta nella cucina di un’anziana signora francese pochi mesi fa e venduta all’asta per 24 milioni di euro. Come ha raccontato l’Ansa, per molti anni il quadro era rimasto appeso sul muro sopra ai fornelli di una casa di Compiegne, a nord di Parigi. Infine, dopo essere stato notato dal responsabile di una casa d’aste, è stato messo all’asta.

Il governo francese, tuttavia, adesso che l’opera è stata acquistata da alcuni collezionisti americani, ne hanno bloccato l’esportazione. Ora, per legge, le autorità avranno 30 giorni per ricomprare il quadro. In questo senso, il Ministro della Cultura ha dichiarato che vorrebbe il Cimabue al Louvre. Il provvedimento, dice, “ci dà il tempo per mobilitare tutti gli sforzi volti a far restare quest’opera eccezionale nelle nostre collezioni nazionali”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.