Omicidio Khashoggi, sono arrivate 5 condanne a morte

Per l'omicidio del giornalista Jamal Khashoggi cinque persone sono state condannate a morte in Arabia Saudita.

Jamal Khashoggi
Jamal Khashoggi, giornalista del Washington Post

Per l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi cinque persone sono state condannate a morte in Arabia Saudita. L’omicidio è andato in scena il 2 ottobre dello scorso anno all’interno del consolato di Riad a Istanbul, in Turchia. La notizia è stata confermata dalla procura saudita. Altre tre persone sono state condannate a 24 anni di carcere per aver cercato di “insabbiare il crimine“.

L’omicidio del giornalista, il cui corpo non è mai stato ritrovato, è stato definito dalla procura saudita come una “operazione canaglia“. Il processo, che si è svolto a porte chiuse, secondo Human Rights Watch, non ha soddisfatto gli standard internazionali.

Inoltre, come ha riportato l’agenzia di stampa Adnkronos, la procura ha stabilito anche che il console generale saudita a Istanbul al momento dell’omicidio, Mohammed al-Otaibi, non ha alcuna responsabilità nell’assassinio. Il diplomatico, secondo la televisione di Stato saudita, sarebbe dunque già stato liberato.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.