J. K. Rowling attaccata dal mondo Lgbt: “È contro i trans”

Brutti guai per J. K. Rowling, la mamma di Harry Potter, il mago più famoso di sempre, dopo un suo post che qualcuno ha creduto essere contro i trans.

J.K. Rowling
J.K. Rowling

Brutti guai per J. K. Rowling, la mamma di Harry Potter, il mago più famoso di sempre, dopo un suo post che qualcuno ha creduto essere contro i trans. La Rowling ha postato un tweet in favore di Maya Forstater, una ricercatrice britannica licenziata dal Centre for Global Development di Londra. Quest’ultima si è resa responsabile di aver sostenuto, sempre via social, che un uomo non può cambiare il proprio sesso biologico e diventare donna.

“Ciò che mi sorprende – ha scritto Forstater  – è che persone intelligenti che ammiro, che sono assolutamente a favore della scienza in altri settori e che si battono per i diritti umani e per i diritti delle donne, si fanno in quattro per evitare di dire la verità: gli uomini non possono trasformarsi in donne (perché questo potrebbe ferire i sentimenti degli uomini)”.

Qui è intervenuta una delle più grandi scrittrici della nostra epoca, che sempre con un post ha dichiarato: “Vestitevi come volete. Chiamatevi come volete. Andate a letto con ogni adulto consenziente che volete. Vivete la vostra vita al massimo, in pace e sicurezza. Ma far perdere il lavoro alle donne per aver dichiarato che il sesso è una cosa reale?”.

È bastato infatti solo questo post della Rowling per mandare su tutte le furie le comunità Lgtb, che ha accusato la scrittrice di essere “contro i trans” e di avere un’idea femminista “bigotta“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.