Spari a Pearl Harbor, tre le vittime: ucciso anche l’autore

L'autore degli spari e due persone sono le vittime registrate durante un attacco a Pearl Harbor, zona situata a 13 chilometri da Honolulu.

Spari a Pearl Harbor
Spari a Pearl Harbor (foto Twitter)

La base navale di Pearl Harbor, situata a 13 chilometri da Honolulu, è stata teatro di un attacco, con tanto di spari, nel quale si sono registrate tre vittime. Le autorità militari hanno parlato dell’uccisione di due dipendenti civili del Dipartimento della Difesa e dell’autore del gesto. La tragedia si è consumata alle ore 2,30 locali di mercoledì 4 dicembre (1,30 di notte in Italia). Erano in corso i preparativi per celebrare l’anniversario dell’attacco giapponese datato 7 dicembre 1941. A Pearl Harbor si trova la flotta statunitense che opera nell’Oceano Pacifico. Si registra, secondo fonti locali, anche un ferito.

Spari a Pearl Harbor, cosa è accaduto

Un militare ha aperto il fuoco uccidendo due persone e ferendo una terza. Successivamente, invece, si è sparato alla testa. Non si conoscono con esattezza i dettagli dell’episodio e il movente. L’evento è accaduto tre giorni prima dell’settantottesimo anniversario dell’attacco del Giappone alla base. In quella circostanza morirono oltre 2.300 militari statunitensi e certificò l’ingresso degli USA nella Seconda guerra mondiale. L’autore del gesto indossava una divisa della marina militari dell’Us Navy: non si conosce ancora l’identità dell’uomo.

Forze speciali in azione

La zona è stata bloccata per circa due ore per consentire l’intervento delle forze speciali. Il capo di Governo delle Hawaii, David Ige, ha dichiarato che la Casa Bianca ha offerto assistenza per l’accaduto avvenuto a Pearl Harbor.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.