Sparatoria a Londra sul London Bridge: tre i morti

Sarebbe in corso una sparatoria a Londra sul London Bridge, e le prime immagini mostrano l'operazione di polizia ancora in corso

Sparatoria a Londra (foto Twitter)

Paura nel primo pomeriggio del 29 novembre per una sparatoria a Londra nella zona del London Bridge. Caos tra la folla, che si è data alla fuga seminando il panico e bloccando il traffico in tutta la zona. Il bilancio dei morti sale a tre.

Sparatoria a Londra sul London Bridge

Scotland Yard ha fatto sapere che è in corso “un’operazione di polizia per far fronte ad un incidente”. Le informazioni, per ora, sono ancora frammentarie. Pare però che la polizia abbia bloccato l’area di accesso al ponte intorno ad un camion al centro della carreggiata. Secondo Sky News, la polizia britannica avrebbe ucciso un uomo che – pare- avesse in mano un coltello. Non c’è nessuna conferma se si tratti o meno di un attacco di matrice terroristica, come quello avvenuto nel 2017, nello stesso luogo.

Alcune immagini sono state diffuse sui social, che mostrano la situazione nella zona dove è ancora in azione la polizia. Si vedono diverse ambulanze e un camion di traverso sul ponte.

Le prime testimonianze

Intanto, mentre si cerca ancora di capire ogni dettaglio della storia, arrivano le prime testimonianze. “La gente correva nel panico tra le urla, subito è arrivata la polizia che ha bloccato ed evacuato il Borough Market pieno di gente e turisti, le persone si sono barricate all’interno dei negozi. Siamo ancora tutti in attesa di indicazioni”, così si è espresso un giornalista che si trova nel Market all’Ansa.

Il messaggio delle istituzioni

Il Premier britannico, Boris Johnson, invece ha dichiarato: “Vengo aggiornato sull’incidente sul London Bridge e voglio ringraziare la polizia e tutti i servizi di emergenza per la loro risposta immediata”.

Il sindaco Sadiq Khan ha chiesto di “restare uniti di fronte al terrore. La polizia metropolitana ha confermato che, come precauzione, questo orrendo incidente avvenuto sul London Bridge venga trattato come fatto legato al terrorismo. Resto in stretto contatto con la polizia metropolitana e vengo aggiornato sugli sviluppi. È stato confermato che nell’attacco ci sono stati dei feriti. Il mio cuore batte per loro, per le loro famiglie e per tutte le persone coinvolte”.

Infine ha preso la parola il leader laburista britannico Jeremy Corbyn: “Notizie scioccanti dal London Bridge. Il mio pensiero va a coloro che sono rimasti coinvolti nell’incidente. Grazie alla polizia e ai servizi di emergenza per come avete risposto”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.