Donna italiana uccisa a Capo Verde: confessa il socio

L'omicidio di Marilena Currò, la donna uccisa a Capo Verde, presente delle novità. Il socio ha confessato di averla spinta: le novità sul caso.

Italiana uccisa a Capo Verde, la vicenda di Marilena Corrò
Italiana uccisa a Capo Verde, la vicenda di Marilena Corrò (foto Facebook)

Marilena Corrò, la donna trevigiana rinvenuta senza vita nella cisterna dell’acqua, è stata uccisa a Capo Verde. Sulla vicenda emergono nuovi dettagli. Il socio Gianfranco Coppola, 48enne, è attualmente in stato di fermo con l’accusa di omicidio. L’uomo, secondo alcuni organi di informazione locali, avrebbe ammesso di aver spinto la donna che, in seguito, sarebbe rimasta colpita alla testa.

Italiana uccisa a Capo Verde

Coppola è un ex istruttore di kick boxing con alle spalle esperienze lavorative come buttafuori. La Corrò gestiva un b&b sull’isola. L’uomo si trasferì circa dieci anni fa a Capo Verde. Da valutare la posizione del socio dell’uomo: si tratta di Pierangelo Zigliani (fonte “Il Gazzettino”).

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.