General Motors fa causa a Fca per corruzione

General Motors fa causa a Fca per una vicenda di corruzione avvenuta tra il 2009 e il 2015 nell'ambito della trattativa salariale con i sindacati

General Motors fa causa a Fca, perché gli ex dirigenti avrebbero corrotto il sindacato metalmeccanico statunitense United Auto Workers durante la fase di contrattazione salariale”. Un atto di corruzione che sarebbe avvenuto “attraverso il pagamento di tangenti per ottenere un illecito vantaggio competitivo, causando così danni sostanziali a Gm”. Nodo fondamentale dell’impianto di accusa sono le chiare ammissioni di illeciti commessi da ex dirigenti della Fca rivelate attraverso le indagini penali dell’Ufficio del Procuratore degli Stati Uniti nel Distretto orientale del Michigan”.

General Motors fa causa a Fca

Fca si sarebbe resa responsabile dell’atto di corruzione nei confronti dei sindacati tra il 2009 e il 2015, durante il negoziato che si svolse tra il 2011 e il 2015. Il problema, sostiene General Motors nella causa contro Fca, è che questo ha comportato “ingiusti costi di manodopera e vantaggi operativi, danneggiando Gm”. Un atto quasi dimostrativo, quello di Gm, che intende con questa causa, “rafforzare il fatto che la contrattazione deve essere libera da frodi e corruzione”. Infatti, sottolinea poi il gruppo, “tutti i danni recuperati verranno investiti negli Stati Uniti per avvantaggiare i dipendenti di Gm e far crescere posti di lavoro”.

La replica di Fca

Da parte sua, Fca replica: ‘‘Siamo sorpresi sia per i contenuti, sia per la tempistica”. ‘‘Possiamo solo supporre che questo abbia lo scopo di fermare la nostra proposta di fusione con Psa e i nostri negoziati con Uaw. Intendiamo difenderci energicamente contro questa causa inutile perseguire tutti i rimedi legali per rispondere a questo’‘, conclude poi la nota di Fca.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.