Studente spara contro i compagni a scuola e ne uccide due

Un giovane studente spara in un istituto uccidendo i compagni. Successivamente si è tolto la vita molto presumibilmente con un fucile da caccia.

Studente spara a scuola e si toglie la vita
Studente spara a scuola e si toglie la vita

Uno studente ha aperto il fuoco in Russia, probabilmente dopo una lite, uccidendo due persone. Altri tre, invece, sono rimasti feriti. La vicenda è accaduta in un istituto tecnico di Blagoveshchensk. Alcuni media locali parlano di una possibile litigio degenerato per l’ira del giovane. Subito dopo il ragazzo si è tolto la vita. La notizia è stata diffusa dall’agenzia stampa “Sputnik”. Un fucile da caccia sarebbe l’arma utilizzato dal giovane.

Studente spara ai compagni di scuola

Il capo di Governo di Amur, zona nella quale si trova Blagoveschchensk, si è così espresso: «il giovane ha agito da solo. Le autorità stanno indagando per comprenderne il motivo». Non si conoscono, infatti, i motivi del gesto attuato dal giovane ai danni dei propri compagni. L’agenzia “Tass”, che cita fonti della Polizia, ha confermato l’ipotesi di conflitto con altri studenti.

Il commento del Ministero dell’Interno

A tal proposito si è espresso il Ministero dell’Interno. «I corpi di due giovani, tra cui quello di colui che ha sparato, sono stati trovati sul luogo dell’incidente. Successivamente – si legge in una nota – si è suicidato utilizzando la propria arma regolarmente registrata». La zona è stata pattugliata e chiusa al traffico. All’arrivo della polizia, lo studente armato avrebbe aperto il fuoco anche contro gli agenti. Al momento sono due gli adolescenti rimasti feriti e portati presso l’ospedale pediatrico regionale. Il giovane autore aveva 19 anni mentre i feriti hanno un’età compresa tra i 17 e i 20 anni.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.