Cane verniciato di verde, le sue condizioni

Le autorità locali stanno cercando possibili testimoni del responsabile della sorte del cane verniciato di verde, per ora però le indagini non hanno portato a nulla.

Cane verniciato di verde
Cane verniciato di verde

La foto del cane verniciato di verde ha fatto rapidamente il giro del Web, provocando molta rabbia e molte reazioni indignate. Non è ancora chiaro se il povero animale sia stato ridotto così per un incidente o per un gioco stupido, anche se molti stanno dando per scontato la seconda ipotesi. Il tutto è successo in Malesia, nell’area di Subang Bestari nel quartiere residenziale di Petaling Jaya. Il cane è stato trovato e fotografato da un passante mentre era sul ciglio della strada a guaire.

L’autore della foto dunque si è chiesto: “Perché colorare di verde un cagnolino così carino e innocente??! Non penso abbia un proprietario. Questa è la mentalità idiota che alcuni umani dimostrano di avere“.

Cane verniciato di verde, le sue condizioni

L’animale è ora nelle mani della Malaysian association of veterinary Pathology, la quale si è interessata a lui dopo aver visto le foto rimbalzare di pagina in pagina. “Il povero cane è stato avvelenato e sta molto male – hanno dichiarato. La vernice, infatti, è molto pericolosa per gli animali. Può perfino ucciderli, in quanto blocca loro il sistema respiratorio, causa nausea, vertigini e allergie alla pelle.

In pratica, dicono, adesso l’animale potrebbe rischiare di non farcela. La sua vita è appesa a un filo. Le autorità stanno cercando eventuali testimoni per risalire al responsabile della vicenda. Hanno anche chiesto all’autore materiale del gesto di costituirsi. Appelli, per il momento, che non hanno portato a nulla.

In Malesia, grazie a una recente legge, come riporta Il Messaggero, il colpevole rischia una multa fino a 22 mila euro e il carcere fino a tre anni.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.