Militari italiani feriti in Iraq, l’arrivo dei soldati a Ciampino

Sono giunti a Ciampino i cinque militari italiani rimasti feriti in Iraq dopo un attentato rivendicato dall'Isis. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo.

Militari italiani feriti in Iraq
Militari italiani feriti in Iraq (foto Twitter)

L’aereo C130 dell’Aeronautica militare, con a bordo i militari italiani feriti in Iraq, è atterrato presso l’aeroporto di Ciampino. Il volo è giunto dalla base militare di Ramstein (Germania). L’attentato, successivamente, rivendicato dall’Isis, ha provocato il ferimento di cinque soldati.

Militari feriti in Iraq, l’arrivo a Roma

Ad attenderli vi erano il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, insieme al capo degli Esteri Luigi Di Maio e al capo di Stato della Difesa Enzo Vecciarelli. A seguire il capo della Marina Giuseppe Cavo Dragone e il generale Salvatore Farina. Diverse ambulanze militari, insieme ad alcuni pulmini, hanno raggiunto il velivolo. Due militari sono Col Moschin mentre tre fanno parte dei Comsubin della Marina Militare. Presenti a bordo anche dei familiari che avevano raggiunto i parenti nelle ore precedenti.