Israele uccide capo della Jihad islamica palestinese

Israele ha fatto sapere di aver ucciso il capo militare della jihad islamica palestinese Baha Abu al-Ata in un raid nella sua abitazione

Israele uccide il capo della jihad islamica palestinese
Israele uccide il capo della jihad islamica palestinese

Israele annuncia di aver ucciso il capo della Jihad islamica palestinese, Baha Abu al-Ata. Un comunicato militare afferma infatti che “la sua abitazione è stata attaccata in una operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti”. La radio militare ha confermato la notizia dell’uccisione di Abu al-Ata, e subito nella regione si è raggiunto un elevato stato di allerta. Con il leader militare, Israele ha ucciso anche la moglie e ferito due vicini.

Botta e risposta tra leader politici

Il premier Benjamin Nethanyahu, un comunicato ha affermato poi che Baha Abu al-Ata “era responsabile di molti attentati e di lanci di razzi verso Israele avvenuti negli ultimi mesi. Si accingeva a compiere nuovi attentati nell’immediato”. La notizia si è presto diffusa, e anche la Jihad islamica palestinese ha confermato l’accaduto. E con un volantino distribuito a Gaza ha promesso: “La nostra reazione farà tremare l’entità sionista”. Mentre il leader politico Ziad Nahale ha fatto sapere che “Israele ha oltrepassato tutte le linee rosse. Reagiremo con forza”.

Razzi da Gaza

E intanto, da Gaza sono stati sparati alle prime luci dell’alba decine di razzi verso Israele. Le sirene di allarme hanno tenuto svegli i cittadini israeliani a sud del Paese, fino a Tel Aviv, e hanno dovuto seguire l’ordine di restare nelle immediate vicinanze dei rifugi degli edifici, per proteggersi dai razzi.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.