Colpo di Stato in Bolivia: Morales indice nuove elezioni

Gruppi organizzati hanno dato vita a un colpo di Stato in Bolivia, e per fronteggiare la situazione Evo Morales ha annunciato nuove elezioni

Colpo di Stato in Bolivia, la denuncia di Evo Morales
Colpo di Stato in Bolivia, la denuncia di Evo Morales

Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, ha denunciato il colpo di Stato con tanto di gruppi organizzati piuttosto violenti. Le fiamme hanno incendiato la casa della sorella del numero uno della Bolivia. A fuoco anche le dimore di altri esponenti politici. «Il piano di golpe fascista esegue atti violenti con gruppi irregolari che hanno incendiato la casa dei governatori di Chuquisaca ed Oruro e quella di mia sorella in quest’ultimna città».

Colpo di Stato in Bolivia, le parole di Morales

Morales ha dichiarato che la metodologia di attacco è simile alle cosiddette dittature militari. Attaccata la radio della Csutch. Si tratta della Confederazione sindacale unica dei lavori contadini della Bolivia. Alcuni gruppi organizzati, secondo il racconto di Morales, avrebbero preso il controllo dei media dello Stato “Bolivia Tv” (Btv) e “Reduce Patria Nueva” (Rpn). «Dopo aver minacciato con veemenza i giornalisti – ha dichiarato Morales – li hanno obbligati a lasciare il proprio luogo di lavoro».

La decisione sulle elezioni

In seguito, con l’intento di allentare la tensione, il Presidente Morales ha annunciato di voler convocare nuove elezioni. «Ho deciso di rinnovare l’intero Tribunale supremo elettorale e convocare nuove elezioni», ha detto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.