Scontri in Cile, imposto il coprifuoco: alta la tensione

La tensione per gli scontri in Cile è piuttosto alta. Annunciato il coprifuoco per una durata di 15 giorni in alcune zone periferiche di Santiago.

Scontri in Cile, tre morti e coprifuoco per 15 giorni
Scontri in Cile, tre morti e coprifuoco per 15 giorni (foto AdnKronos - Afp)

Il responsabile della sicurezza Javier Iturriaga del Campo ha dichiarato l’applicazione del coprifuoco a Santiago in seguito agli scontri avvenuti in Cile. Dalle ore 22 alle 7 nella città di Santiago sarà impostato questo cambiamento in alcune aree della periferia. La protesta è stata generata dopo l’aumento del prezzo dei biglietti relativi ai mezzi di trasporto cileni.

Scontri in Cile, la situazione

L’Esercito, stando a quanto riportato dalla “Bbc”, aiuterà la Polizia nel controllare le strade durante i 15 giorni proclamati dallo stato di emergenza. Le autorità, infatti, limiteranno la libertà di movimento e la riunione delle stesse. Nel frattempo tre persone sono morte a causa di un incendio avvenuto in un supermercato saccheggiato a San Bernardo. La conferma è giunta direttamente dal primo cittadino in diretta radio. Due corpi carbonizzati sono stati rinvenuti sul posto. Un altro, invece, è morto dopo il trasferimento in ospedale.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.