Isis: la Francia emette un mandato di cattura internazionale per Al Baghdadi

Il mandato è una diretta conseguenza delle indagini avviate lo scorso 8 ottobre dalla Procura francese antiterrorismo, la PNAT. Le accuse riguardano la “direzione e l’organizzazione di attacchi terroristici criminali” sul suolo francese.

La giustizia francese, nelle scorse ore, ha emesso un mandato di cattura internazionale nei confronti di Abu Bakr al-Baghdadi, leader e sedicente “Califfo” dello Stato Islamico. Secondo l’agenzia France Press, inoltre, un altro mandato sarebbe stato emesso contro Abu Mohammed al-Adnani. Si tratta dell’ex portavoce dell’Isis, già dato per morto dallo stesso gruppo terroristico in numerose occasioni. 

Una conseguenza delle indagini avviate ad ottobre

I mandati di cattura scaturiscono dalle indagini penali avviate lo scorso 8 ottobre dalla Procura Nazionale antiterrorismo della Francia (PNAT), a causa della “direzione e l’organizzazione di attacchi terroristici criminali” da parte dello Stato Islamico. Dal 2015, l’Isis ha rivendicato numerosi attentati terroristici sul suolo francese, tra i quali i terribili attacchi del 13 novembre. 

Dell’Isis, nelle scorse ore, sono tornati a parlare anche i leader dell’Ue. L’offensiva della Turchia nella Siria nord-orientale, secondo loro, non sarebbe da condannare soltanto per le minacce alla sicurezza europea e per le “inaccettabili sofferenze umane”. Al contrario, lo sarebbe anche perché “mina la lotta contro Daesh”. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.