L’Iraq cattura alcuni jihadisti dell’Isis, forse fuggiaschi dalla Siria

L'annuncio arriva dal Ministro della Difesa iracheno, che suggerisce di fortificare le linee di frontiera con la Siria per evitare ulteriori infiltrazioni da parte degli estremisti dell'Isis.

Alcuni esponenti dell’Isis, dopo essere fuggiti da alcune carceri della Siria ed essere penetrati in territorio iracheno, sarebbero stati immediatamente catturati dalle forze militari dell’Iraq dislocate lungo il confine. È quanto ha affermato quest’oggi Najah al Shimmari, ministro della Difesa iracheno, attraverso un comunicato ripreso dalla tv satellitare al Sumaria. 

Un effetto degli attacchi turchi?

La fuga dei jihadisti, secondo alcune voci insistentemente ripetute negli scorsi giorni, sarebbe da attribuire agli effetti dell’offensiva turca contro le forze curde della regione, che fino a poco tempo fa controllavano le prigioni in cui erano detenuti numerosi combattenti dello Stato Islamico. 

Secondo il Ministro iracheno, in questo momento occorre pertanto “fortificare le postazioni difensive lungo la linea di confine, al fine di impedire l’infiltrazione di questi elementi terroristici in territorio iracheno”. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.