Turchia-Siria, Di Maio: “Si fermino le operazioni militari”

Luigi Di Maio interviene sulla questione Turchia-Siria, poco prima dell'inizio del Consiglio Affari Esteri in Lussemburgo

Luigi Di Maio, l'annuncio della nave Gregoretti
Luigi Di Maio

Luigi Di Maio prende nuovamente posizione sulla questione Turchia-Siria. E questa volta lo fa ad una voce con il suo omologo francese Jean-Yves Le Drian, prima del Consiglio Affari Esteri in Lussemburgo. Infatti, sostengono i due Ministri degli Esteri, è di fondamentale importanza che l’Unione Europea mantenga una posizione unita sulla Siria, e sia concorde rispetto all’attacco turco.

Fonti ufficiali avrebbero riferito che Italia e Francia chiedono che vengano interrotte immediatamente le operazioni militari nel nord della Siria. Infatti, queste operazioni rischiano di mettere a repentaglio i progressi fatti dalla coalizione per sconfiggere il Daesh. E in più minano alla base la possibilità di una risoluzione politica alla crisi, aumentando solo le sofferenze dei civili.

Le parole di Luigi Di Maio su Turchia-Siria

Luigi Di Maio ribadisce su facebook la sua posizione: “Non può essere militare la risposta alla crisi in corso”. Aggiunge poi: “Chiederò a nome dell’Italia di assumere ogni misura possibile affinché la Turchia fermi la sua offensiva in Siria contro il popolo curdo, incluso un blocco europeo dell’export di armi verso Ankara”. “Non possiamo accettare altre vittime innocenti. Non possiamo accettare altro sangue, né ricatti sui migranti”, conclude.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.