Proteste Hong Kong, bombe molotov nella metropolitana: nessuna vittima

E' successo a Kowloon, nel nord della città. I manifestanti sono scesi nuovamente in piazza con il volto coperto, sfidando il divieto imposto il 5 ottobre dal governo locale.

Alcune bottiglie molotov, nelle scorse ore, sono state gettate all’interno di una stazione della metropolitana di Hong Kong, provocando diversi danni materiali: continua la proteste nel Paese. Per il momento, le autorità non segnalano nessuna vittima. Lo riferisce il governo dell’ex colonia britannica, attraversata anche quest’oggi da diversi gruppi di manifestanti scesi in piazza con il volto coperto da maschere. 

Proteste Hong Kong, la stazione sarebbe gravemente danneggiata

La stazione in cui sono state gettate le Molotov, secondo il governo, sarebbe quella di Kowloon Tong: si trova nel nord della città. Secondo le autorità sarebbe stata danneggiata in maniera piuttosto grave. Il lancio delle bottiglie incendiarie ha reso necessario l’intervento di ingenti forze di polizia, dispiegatesi in assetto antisommossa in diversi punti del quartiere. 

“Nessuna opzione esclusa” per fermare le violenze

Durante leesplosioni, molti giovani manifestanti si stavano dirigendo verso la stazione con il volto coperto, in aperta sfida al divieto imposto negli scorsi giorni dalla governatrice Carrie Lam. Quest’ultima, nella giornata di ieri, aveva affermato che per fermare le violenze “nessuna opzione può essere esclusa”. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.