Hong Kong, migliaia scendono in piazza con il volto coperto

Nelle scorse ore, l'Alta Corte aveva confermato il divieto di indossare maschere durante i cortei. Dopo gli attacchi di ieri, la metropolitana è stata parzialmente riaperta. Si temono altri scontri.

Nonostante il divieto di indossare maschere durante le proteste, ribadito anche nelle scorse ore, a Hong Kong i manifestanti sono scesi in piazza sotto la pioggia e con il volto coperto, sfidando apertamente l’imposizione della governatrice Carrie Lam. 

La rete metropolitana è stata parzialmente riaperta

Migliaia di persone sono già scese in piazza in una decina di quartieri di Hong Kong, e la polizia sarebbe già entrata in azione con il lancio di diversi lacrimogeni nel distretto di Tsim Sha Tsui. Nelle scorse ore, intanto, la rete metropolitana di Hong Kong è stata parzialmente riaperta dopo gli attacchi verificatosi nella giornata di ieri, che ne avevano causato la temporanea sospensione.

Si temono nuovi scontri

Secondo l’operatore Mtr, alcune stazioni resteranno comunque chiuse per atti di “grave vandalismo”. Dopo la conferma del divieto di indossare maschere durante i cortei, scaturita dall’Alta Corte, in tutta Hong Kong si temono nuovi scontri. La polizia, a tal proposito, ha suggerito a tutti i residenti di rimanere in casa, per evitare di incorrere in “eventi pubblici non autorizzati”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.