Hong Kong, la polizia spara colpi in aria durante le proteste

I colpi sarebbero stati esplosi nel quartiere Wan Chai, uno dei più caldi dall'inizio delle proteste anti-governative. Nelle scorse ore, i manifestanti hanno lanciato mattoni e molotov contro gli edifici governativi. La tensione resta altissima.

Per il diciassettesimo weekend consecutivo, l’ex colonia britannica di Hong Kong è precipitata nel caos. Per tenere a bada i manifestanti anti-governativi, riunitisi in gran numero in diversi punti della città, la polizia ha utilizzato gas lacrimogeni, idranti e proiettili di gomma. Un agente in borghese – secondo i media locali – avrebbe addirittura sparato in aria alcuni colpi d’avvertimento.  

Mattoni e molotov contro gli edifici del governo

Nella zona di Admiralty, in prossimità delle sedi istituzionali della città, gli agenti di polizia hanno utilizzato idranti caricati con liquido chimico blu, impiegati soprattutto per tenere a freno i manifestanti che gettavano mattoni e molotov contro gli edifici del governo. Nel corso della giornata sono intervenute anche le forze speciali, i raptors, che hanno già arrestato una quindicina di persone. 

Tensione altissima nel quartiere Wan Chai

Nel quartiere Wan Chai, i manifestanti hanno innalzato delle barriere con alcuni bidoni della spazzatura, e gran parte di loro è già stata arrestata. A Hong Kong, dove da giugno sono in corso violente proteste a favore della democrazia, la situazione sembra dunque destinata a peggiorare. Per la giornata di martedì, quando si celebrerà il 70esimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese, per le strade di Hong Hong sono previsti altri cortei anti-governativi. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.