Uomo su un albero da 18 giorni a Parigi: «Protesto contro gli abbattimenti»

Un uomo di 45 anni è da 18 giorni su un albero a Parigi per protestare contro gli abbattimenti in Francia: la storia di Thomas Brail.

La storia di Thomas Brail, l’uomo su un albero a Parigi
La storia di Thomas Brail, l’uomo su un albero a Parigi (foto ilcorriere.it)

Un uomo sta vivendo ormai da 18 giorni su un albero in boulevard Saint-Germain a Parigi. La zona è situata nei pressi del museo d’Orsay e vicino al Ministero della Transizione ecologica. Questa è la storia di Thomas Brail che è stato intervistato dal “Corriere della Sera”.

Uomo su albero a Parigi per protesta

Thomas Brail è da sempre attivo nel campo del salvataggio degli alberi in varie zone del Paese. «Nei villaggi e nelle città di tutta la Francia – ha dichiarato – si continuano a tagliare magnifici Alberti vecchi anche di 200 anni. I motivi sono costruzione nuovi palazzi e strade: questo va però contro legge. Non si possono abbattere, questo è proibito».

La storia personale di Thomas Brail

L’uomo ha 45 anni e un figlio di appena due anni. «Gli alberi sono esseri viventi come noi, ci danno ossigeno, tagliarli è da pazzi. Ci preoccupiamo dei roghi in Amazzonia ed è giusto, io intanto faccio quel che posso qui, in Francia. Lo faccio da 25 anni, ho cominciato come giardiniere paesaggista e poi mi sono specializzato nella potatura e nella cura dei grandi alberi». Il tam tam mediatico ha comportato la creazione di un gruppo di volontari che gli portano da mangiare oltre che seguire le trattative con il primo cittadino.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.