Ruth Pfau: la donna dedicò la propria vita per aiutare i malati di lebbra

Ruth Pfau viene celebrata da Google che le ha dedicato un doodle per l'anniversario della nascita. Una vita, quella della donna, dedicata ai malati.

Ruth Pfau
Ruth Pfau (foto Flickr - Maik Meid)

Google omaggia Ruth Pfau e lo fa dedicandole un doodle per l’anniversario della nascita. Si tratta di una suora (e anche medico) che dedicò la propria vita all’assistenza dei malati di lebbra in Pakistan.

Doodle di Google, chi era Ruth Pfau

Nacque il 9 settembre 1929 a Lipsia (Germania). Impegnata nel campo assistenziale in supporto delle persone malate di lebbra. Lavorò per oltre 55 anni fondando oltre 150 cliniche nel Pakistan. All’interno delle strutture furono trattate qualcosa come oltre 56mila pazienti. La donna morì il 10 agosto 2017 all’età di 87 anni a causa di problemi respiratori. Diversi riconoscimenti internazionali per il supporto fondamentale volto nel ridurre i casi di lebbra nel Paese.

Al termine della Seconda guerra mondiale fuggì dalla Germania dell’Est trovando riparto con la famiglia in quella dell’Ovest. Qui iniziò a studiare “Medicina” presso l’Università di Magonza. Un incontro con una donna, sopravvissuta ai campi di concentramento, la indirizzò verso l’aiuto umanitario: si convertì al cattolicesimo durante i primi anni Cinquanta. Autrice di varie missioni umanitarie in Afghanistan e in Pakistan, ma anche nella zona meridionale dell’India. In questi Paesi decise, dopo l’ingresso nella Società delle figlie del Cuore di Maria, di dedicarsi all’istruzione giovanile. All’età di 31 anni iniziò a dedicare le proprie energie per aiutare a combattere le epidemie di lebbra in Pakistan.

La cura contro la lebbra

Il supporto di Ruth Pfau fu fondamentale anche per la creazione del Centro per i malati di lebbra “Maria Adelaide”. Un grande supporto per i malati non solo del Pakistan ma anche degli altri Paesi. Da qui partì un lavoro che portò la struttura ad occuparsi di altre malattie tra cui anche la tubercolosi. La malattia della lebbra vide una drastica riduzione e questo fu confermato anche dall’Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 1996.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.