Uragano Dorian sale di categoria: la prima vittima è un bambino di otto anni

L'uragano Dorian è stato descritto come una tempesta "catastrofica" di categoria 5. Si sono infatti registrati venti fino a 285 chilometri orari.

Uragano Dorian (foto Adnkronos)
Uragano Dorian (foto Adnkronos)

L’uragano Dorian è stato descritto come una tempesta “catastrofica” di categoria 5. Si sono infatti registrati venti fino a 285 chilometri orari. In Florida, Georgia, Carolina del Nord e del Sud è stato dichiarato lo Stato di emergenza. L’uragano intanto si è abbattuto sulle Bahamas, causando molti danni alle abitazioni e parecchie inondazioni. Nell’arcipelago viene segnalata la prima vittima, un bambino di 8 anni che è annegato.

Uragano Dorian, la situazione

Gravi danni registrati in particolare nelle isole Abaco a causa del vento e delle piogge torrenziali. Stando ai pareri dei media statunitensi, l’uragano si sta muovendo lentamente verso ovest. Presto arriverà a colpire la le aree della costa orientale degli Stati Uniti.

Henry McMaster, governatore della Carolina del Sud, ha ordinato l’evacuazione della costa di tutto lo Stato. L’ordine di evacuazione, secondo le autorità, scatterà dalle ore 12 (le 18 in Italia). Siamo davanti a “un uragano molto grave, con raffiche di vento fino a 220 miglia (354 chilometri orani, ndr), che lo rende il più forte della storia moderna. Sicuramente il più forte che ognuno di noi abbia mai visto”, ha dichiarato McMaster.

Dorian “sembra essere uno degli uragani più grandi sempre. Ha già raggiunto la categoria 5. Attenzione, Dio benedica tutti”, ha scritto ieri, domenica 1 settembre, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. “Oltre alla Florida, Carolina del Sud, Carolina del Nord, Georgia e Alabama probabilmente saranno colpite (molto) più fortemente del previsto”. Poi ha chiesto di pregare “per gli abitanti delle Bahamas, colpiti come mai prima d’ora”.

Uragano Dorian live, le immagini

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.