Trump ordina attacchi contro Iran, ma li ferma appena in tempo

Il Presidente americano Donald Trump ha confermato che gli Stati Uniti erano pronti a lanciare una rappresaglia per il drone abbattuto.

Donald Trump e la richiesta di impeachment per il caso Ucraina
Donald Trump e la richiesta di impeachment per il caso Ucraina

Il Presidente americano Donald Trump ha confermato che gli Stati Uniti erano pronti a lanciare una rappresaglia per il drone abbattuto. Gli attacchi sarebbero stati fermati dallo stesso Presidente Trump dieci minuti prima che partissero. La rappresaglia per il drone abbattuto, infatti, sarebbe stata “giudicata non proporzionata”. “Dieci minuti prima che partissero i bombardamenti li ho fermati – ha detto Trump -. Non erano proporzionati all’abbattimento di un drone senza pilota”. E ancora: “La scorsa notte eravamo pronti a colpire tre diversi siti quando ho chiesto quante persone sarebbero morte. 150 persone è stata la risposta di un generale”.

Trump e Iran

Entro il prossimo 27 giugno l’Iran dovrebbe superare il limite di riserve di uranio arricchito fissato dagli accordi sul nucleare. Gli Stati Uniti però non ci stanno: “Non ho fretta. Siamo pronti ad agire. Le sanzioni stanno colpendo e altre ne abbiamo aggiunte la scorsa notte. L’Iran non avrà mai un’arma nucleare, non contro gli Usa e non contro il mondo!”

Intanto la tensione continua a salire. Le grandi compagnie aeree mondiali stanno modificando tutte le rotte per evitare di incappare in “incidenti” tra Iran e Stati Uniti. Tra loro ci sono Lufthansa, British Airways, Klm e Qantas. I loro aerei non sorvoleranno più il Golfo dell’Oman.

Attacchi militari

La notizia che il Presidente americano abbia approvato attacchi militari contro l’Iran, per poi cambiare idea, è stata riportata dal New York Times. Secondo quanto riportato, all’una di mattina italiana di venerdì 21 giugno, le alte sfere militari e diplomatiche erano in attesa dell’attacco. Il contrordine sarebbe arrivato quando gli aerei erano già in aria.

“Non è chiaro se Trump abbia solo cambiato idea o se l’amministrazione abbia rivisto il piano per problemi logistici. Non è chiaro neanche se gli attacchi sono solo posticipati”, ha detto il New York Times. Inoltre, stando alle ultime indiscrezioni, l’attacco sarebbe dovuto avvenire prima del tramonto venerdì in Iran per minimizzare il rischio per i civili.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.