Petroliere attaccate, Trump invia mille soldati in Medio Oriente

La decisione di Donald Trump arriva dopo l'episodio delle petroliere attaccate nel Golfo dell'Oman. Sul caso, gli Stati Uniti hanno le idee chiare.

Donald Trump
Donald Trump

L’amministrazione di Donald Trump, dopo l’attacco delle petroliere nel golfo dell’Oman, ha annunciato di inviare altri mille soldati in Medio Oriente in seguito al caso delle petroliere attaccate. A divulgare la notizia è il Ministro della Difesa (pro tempore) Patrick Shananan. La decisione è giunta dopo «un’attenta valutazione del caso»: questo è quanto fa sapere la Casa Bianca.

Petroliere attaccate, la decisione di Trump

La scelta del Governo di Trump, in merito alle petroliere attaccate, è emersa per «scopi difensivi e per fare fronte alle minacce aeree, navali e di terra in Medio Oriente». Dal proprio canto Shananan ha dichiarato che gli Stati Uniti non hanno alcuna intenzione di avviare un conflitto con l’Iran. Il Pentagono, intanto, ha diffuso delle immagini che dimostrerebbero le responsabilità iraniane negli attacchi alle petroliere. «Continueranno a monitorare la situazione e a modificare i livelli delle forze, in funzione delle informazioni di intelligence riguardanti minacce credibili».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.