Giornata Mondiale dell’Albinismo: in Africa sono uccisi e mutilati da sempre

Con loro, con i loro pezzi, i capi politici vengono investiti del potere e le loro bambine vengono stuprate perché si crede che guariscano dall'Aids.

Giornata Mondiale dell'Albinismo
Giornata Mondiale dell'Albinismo

Con loro, con i loro pezzi, i capi politici vengono investiti del potere e le loro bambine vengono stuprate perché si crede che guariscano dall’Aids. In Africa è caccia aperta agli albini. Nel novero delle mille Giornate Mondiali di cui ormai il calendario occidentale è pieno, tante quanto sono i sensi di colpa della civiltà industriale, spicca quella di oggi, la Giornata Mondiale dell’Albinismo. Una giornata che fa riflettere al di là del suo contenuto di merito sulla diversità “santificata” ma che innesca il problema ancora persistente delle persecuzioni contro gli individui affetti da albinismo.

Giornata Mondiale dell’Albinismo

L’Africa è il continente dove, per paradosso, credenze e superstizioni hanno fatto diventare gli albini una popolazione a rischio, rischio di vita. A sollevare il caso è un’inchiesta di Vatican News, che parte citando il caso della Tanzania, dove “un abitante su 1.400 è albino, mentre in Zimbabwe uno su 1000. In alcuni di questi Paesi credenze e superstizioni mettono a rischio la vita delle persone affette da albinismo, sfociando in stigmatizzazione, discriminazione e brutalità”.

Stando a quel dossier specie nelle zone dell’Africa dove le culture tribali hanno resistito maggiormente gli albini vengono ancora oggi torturati, uccisi e soprattutto mutilati. Perché mutilati? Paradossalmente non perché considerati esseri inferiori, ma superiori, dotati di virtù magiche che ne rendono le parti del corpo dei talismani potentissimi. Ecco che dunque, secondo questa sorta di “razzismo al contrario” dove la colpa è il merito e non la presunta quanto folle tara, gli albini diventano una vera preda.

“Alla base di tali violenze – sostiene Chiara Capuani – c’è la credenza che gli albini siano dotati di poteri soprannaturali o portino sfortuna. In alcuni paesi africani, come la Tanzania e il Malawi, le parti del corpo degli albini vengono utilizzate per riti magici perché si pensa che i loro organi possano portare fortuna. La pelle viene commercializzata sul mercato nero a prezzi altissimi e le bambine, spesso, vengono stuprate perché si crede che possano guarire gli uomini malati di Aids. Durante le elezioni in Tanzania nell’ottobre del 2015, si sono verificati massicci attacchi contro gli albini, di cui gli stregoni usavano i corpi per dei riti magici a cui si sottoponevano anche molti politici”. La Giornata Mondiale dell’Albinismo venne istituita dall’Onu nel 2004 proprio per far fronte ad una cultura diffusa per la quale una determinata categoria di esseri umani era diventata, di fatto, la orrida “farmacia” dell’animismo tribale.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.