Ennesimo raid vandalico sulle foto che descrivono l’olocausto

Nuovo blitz vandalico in danno delle gigantografie che, a Vienna, commemorano le vittime della Shoah. I colpevoli restano ignoti.

Raid vandalico contro foto olocausto
Raid vandalico contro foto olocausto

Nuovo blitz vandalico in danno delle gigantografie che, a Vienna, commemorano le vittime della Shoah. Ignoti hanno deciso di tornare a sfregiare le fotografie che campeggiano lungo il Ring, la centralissima “Strasse” viennese scelta per mostrare le opere del fotografo italiano Luigi Toscano nel mese di maggio. Svastiche, scritte antisemite, frasi xenofobe e riecheggianti il passato nazionalsocialista di una nazione che ha nella sua memoria l’ingombrate vassallaggio (e i natali di un mostro) alla più atroce delle dittature hanno di nuovo imbrattato le opere in questione.

raid vandalico sulle foto dell’olocausto

I primi raid vandalici a trazione ideologica erano già stati messi in atto nelle settimane scorse, destando la preoccupazione del governo centrale. Una preoccupazione che è tornata a riecheggiare nel tweet del presidente austriaco Alexander Van Der Bellen, che ha condannato quello spregio alla memoria dell’Olocausto e quello sfregio al decoro di una civilissima e democratica capitale senza se e senza ma. Dopo la scoperta del nuovo blitz, alcuni volontari si sono messi a disposizione gratuitamente per compiere una costante opera di sorveglianza sull’intera mostra. Fino alla sua chiusura, a fine settimana, ci penseranno loro a scoraggiare nuovi raid, di concerto con le forze dell’ordine preposte e messe in allerta per far desistere scemi emuli e idioti recidivi.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.