Spy Gate in Germania con l’avvallo dell’americana Nsa, la Merkel nega

La Germania respinge le accuse di aver "aiutato" l'americana Nsa (National Securty Agency, il Grande Fratello Usa) a spiare i propri cittadini e quelli dell'Unione europea.

Spy Gate in Germania
Spy Gate in Germania

La Germania respinge le accuse di aver “aiutato” l’americana Nsa (National Securty Agency, il Grande Fratello Usa) a spiare i propri cittadini e quelli dell’Unione europea. La precisazione arriva da una piccata e delusa (dai risultati elettorali) cancelliera Angela Merkel, che giunge a traino delle comunicazioni ufficiali della stessa Nsa in merito al suo “tirare i remi in barca” in quanto a intercettazioni su scala globale.

Spy Gate in Germania

Qualche settimana fa la Nsa pareva essersi arresa a una mole di lavoro e a implicazioni politiche mondiali dello stesso che si erano fatte insostenibili. Di fatto i centri di ascolto dell’agenzia avevano cimiciato per anni l’intero pianeta, con particolare predilezione per il mondo occidentale, molto più permeabile alla sorveglianza telefonica di massa. Una serie di problemi definiti “logistici e legali” sembravano perciò aver bloccato la maggior parte delle velleità operative degli 007 telematici americani. Il programma in questione era quello messo a punto dopo l’11 settembre e poi svelato al mondo intero dalla spia Edward Snowden, le cui dichiarazioni portarono la Datagate del 2013.

La Nsa aveva comunque ammesso tramite canali ufficiali che, in quanto a sorveglianza globale attiva “le difficoltà superavano i vantaggi per i servizi di intelligence federali”. Sembrava tutto chiarito, almeno in maniera ufficiale, quando in Germania era scoppiato, pochi giorni fa, un sub scandalo legato a doppio filo alla situazione delle “barbe finte” americane. Fonti dei servizi tedeschi avevano rivelato che il programma di Snowden era stato a lungo ancora operativo in Germania e che la sorveglianza attiva su centinaia di migliaia d utenze europee aveva goduto dell’avallo del governo tedesco. La cancelliera Merkel si è affrettata a smentire ma gli effetti di questo nuovo terremoto politico potrebbero essere molto più difficili da cancellare, specie in coincidenza con quello che unanimemente considerato il periodo di declino politico e e personale della “Iron lady” di Berlino, prossima a passare il testimone alla sua delfina di sempre, Annegret Karrenbauer dopo il mezzo flop alle Europee del suo partito, dato ancora per primo ma in calo drastico.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.