Silvia Romano, dopo 6 mesi arriva la svolta: “Doveva sparire”

Sono passati 6 mesi dal rapimento di Silvia Romano in Kenya. Adesso arriva finalmente una svolta, come riporta Il Fatto Quotidiano.

Silvia Costanza Romano
Silvia Romano

Sono passati 6 mesi dal rapimento di Silvia Romano in Kenya. Adesso arriva finalmente una svolta, come riporta Il Fatto Quotidiano. La ragazza potrebbe essere stata, infatti, testimone di uno stupro. Qualcuno, quindi, avrebbe potuto farla rapire per evitare le conseguenze provocate da una sua denuncia. Tuttavia dobbiamo andarci con i piedi di piombo, già nei mesi scorsi i media locali avevano diffuso false notizie a dir poco incredibili. Una di queste, tra l’altro, vedeva la cooperante essere una trafficante di avorio.

Silvia Romano, 6 mesi dal rapimento

Questa ultima ipotesi sarebbe però confermata da alcuni indizi. Nessuno conosce le ultime telefonate di Silvia Romano. Il suo telefono, infatti, è sparito subito dopo il rapimento, anche se la giovane non lo aveva con sé. Qualcuno poi però questo telefono lo ha accesso e ha visualizzato i messaggi. Il secondo mistero riguarda infine la scheda telefonica italiana di Silvia. Non era istallata, perché non la usava, ed è anch’essa sparita. Le autorità locali sembrano fare spallucce e girarsi dall’altra parte, piuttosto che rispondere a queste domande.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.