Taiwan ha detto sì ai matrimoni gay, il parlamento è il primo in Asia

Il Parlamento di Taiwan ha appena approvato, primo in assoluto in Asia, la legalizzazione dei matrimoni gay. Lo annuncia la BBC.

Taiwan ha detto sì ai matrimoni gay
Taiwan ha detto sì ai matrimoni gay

Il Parlamento di Taiwan ha appena approvato, primo in assoluto in Asia, la legalizzazione dei matrimoni gay. Lo annuncia la BBC, spiegando che la faccenda aveva avuto origine nel 2017, quando la Corte costituzionale dell’isola aveva stabilito che le coppie dello stesso sesso avevano il diritto di sposarsi legalmente.  A traino di quella sentenza-ariete, che aveva demolito ogni tabù sociale nell’isola dell’estremo oriente, era arrivata l’ingiunzione al parlamento taiwanese di conformarsi al pronunciamento.

Taiwan ha detto sì ai matrimoni gay

Tempo stabilito per legiferare in tal senso, due anni, con scadenza del medesimo il 24 maggio, fra una settimana esatta. E con una settimana di anticipo i legislatori hanno provveduto alla clamorosa sterzata legislativa. Dopo aver discusso tre diversi disegni di legge sulle unioni gay, il più “prog” dei tre è passato con una maggioranza di 66 a 27. Centinaia di sostenitori dei diritti degli omosessuali si erano già riuniti in apertura di sessione sotto la pioggia davanti all’edificio del parlamento nella capitale, Taipei, per attendere la sentenza storica.

Alla notizia che il disegno di legge era diventato legge sono state manifestazioni di gioia incontenibile, con abbracci, lacrime e musica. “Gli attivisti per i diritti degli omosessuali – spiega la BBC -che portano ombrelli e bandiere arcobaleno sono esplosi in gioia quando è stata annunciata la sentenza”.

E si tratta davvero di una sentenza storica, dato che a passare è stato il disegno di legge più avanzato socialmente. Gli altri due, redatti dall’ala conservatrice del parlamento taiwanese, prevedevano infatti si una spallata al costume imperante, ma con formule molto più limitative: facevano infatti riferimento alle partnership “come ‘relazioni familiari dello stesso sesso’ o ‘unioni omosessuali’, ma non ad esse come a piuttosto che a ‘matrimoni’”. Un bel modo per festeggiare la Giornata Mondiale contro l’omofobia.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.