Serie tv Tredici su Netflix: «Mia figlia si è suicidata dopo averla vista»

Polemiche sulla serie tv Tredici su Netflix. Gravi le accuse di una madre: «Mia figlia si è suicidata dopo aver visto la serie.»

Tredici serie tv su Netflix
Tredici serie tv su Netflix

Polemiche sulla serie tv Tredici su Netflix. Gravi le accuse di una madre: «Mia figlia si è suicidata dopo aver visto la serie Netflix Tredici. Dovrebbe essere vietata». Sua figlia, Jessica Scatterson, si è tolta la vita a soli 12 anni. Nella sua camera è stato trovato un biglietto con scritti “sei motivi per uccidersi”, come la protagonista di Tredici Reason Why.

Serie tv Tredici su Netflix

È successo a Warrington, in Inghilterra. E, come riporta il Messaggero, il fatto risale al 2017. La madre, Rachael Warburton, ha deciso però solo adesso di rilasciare interviste alla stampa straniera. Lo avrebbe fatto per mettere in guardia tutti su quella famosa serie tv. «Jessica stava guardando la serie tv con i suoi amici e ha elencato i sei motivi per cui voleva morire. Dovrebbe essere vietata, perché mia figlia la guardava e spinge i ragazzi all’autolesionismo».

Dalla sua denuncia era partita un’inchiesta che aveva rivelato come la giovane e le sue amiche avessero iniziato a infliggersi delle ferite dopo aver visto la serie. È stato il padre è trovare il corpo ormai senza vita di Jessica steso a letto. Poco distante è stata trovata la lama di un temperamatite e degli scritti con riferimenti al suicidio. Inoltre la ragazza avrebbe fatto il nome di un presunto bullo.

Un portavoce della serie ha difeso la produzione, asserendo di aver gestito quello che è stato portato al pubblico in modo responsabile. Tuttavia, stando al Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry, dopo il rilascio di “Tredici” i suicidi tra i giovani sarebbero aumentati del 30%.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.