Giornalisti della Reuters liberati in Birmania, erano in carcere dal 2017

I due giornalisti erano accusati di aver violato delle regole in merito ai documenti ricevuti. Entrambi si sono sempre difesi definendo il tutto una trappola.

Giornalisti liberati in Birmania
Giornalisti liberati in Birmania (foto repertorio)

Due giornalisti dell’agenzia Reuters, Kyaw Soe Oo e Wa Lone, sono stati rilasciati: a rendere la nota la notizia il direttore del carcere nel quale erano rinchiusi. I reporter erano stati condannati in Birmania per aver diffuso dei documenti di Stato sui crimini perpetrati ai danni dei Rohingya da parte delle forze armate.

Giornalisti liberati in Birmania

Ai due è stata concessa la grazia. Furono arrestati nel dicembre 2017 per aver messo in luce una situazione scomoda relative alla vicenda delle violenze subite da una minoranza musulmana. Ed è proprio da qui che 700mila persone hanno inteso spostarsi nel Bangladesh. Ai giornalisti fu tesa una trappola. Secondo l’Ansa
«i due erano stati prelevati subito dopo aver incontrato in un ristorante un ufficiale che gli aveva consegnato un documento. L’uomo aveva poi testimoniato durante il processo, raccontando che il tutto era stato pianificato come una trappola per i due giornalisti scomodi».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.