Sacerdote italiano violenta un 13enne in Perù ma scappa dal carcere

Un sacerdote italiano condannato in Perù a 9 mesi di carcere per violenze sessuali su un ragazzino di 13 anni si è dato alla fuga e ora è latitante

Attentato Ohio
Italiano morto in Australia (foto repertorio)

Era stato condannato a 9 mesi di carcere per aver abusato di un ragazzino di 13 anni, ma è riuscito a scappare. Ora, don Marco Francesco Mambretti è latitante. Il sacerdote, italiano che svolgeva il suo ministero in Perù, avrebbe abusato del 13enne nella parrocchia di Santo Domingo Sabio a Pucallpa.

Gli abusi da parte di don Mambretti

Stando a quanto riporta Il Messaggero, il ragazzino si sarebbe recato in parrocchia per delle lezioni private, ma di quelle occasioni l’uomo avrebbe approfittato per violentarlo. E a raccontare tutto è stato lo stesso 13, che ha spiegato come “Padre Marco” lo portasse “nel suo ufficio” per le violenze. Episodi che lasciavano il segno sul giovane, e che non sono passati inosservati alla madre della vittima.

La denuncia e la fuga

Ma è stato solo quando il ragazzino si è sentito male ed è stato portato al pronto soccorso che ha confessato tutto. Dopo la denuncia a carico di Don Marco si è scoperto che il 13enne non era l’unico ad aver subito abusi da parte del sacerdote, ma che c’erano anche altri adolescenti vittime degli abusi. Arrestato, Don Mambretti ha negato tutte le accuse, e una volta in carcere è riuscito a fuggire.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.