Mark Zuckerberg: la nuova invenzione per aiutare la moglie a dormire

La nuova invenzione di Mark Zuckerberg, la "Scatola del sonno", pensata per la moglie che dalla nascita dei figli ha problemi a dormire.

La nuova invenzione di Mark Zuckerberg, la "Scatola del sonno", pensata per la moglie che dalla nascita dei figli ha problemi a dormire.

“Essere mamma è dura“, esordisce Mark Zuckerberg su Facebook, presentando la sua ultima invenzione. Si tratta di una scatola del sonno, pensata per la moglie, perché “da quando abbiamo i bambini Priscilla ha avuto problemi a dormire la notte”, spiega Zuckerberg, riferendosi alla moglie Priscilla Chan.

L’idea di Mark Zuckerberg

Così, il premuroso consorte ha ideato questa scatola quadrata di legno chiaro, ribattezzata “Sleep box”, la “Scatola del sonno”. Uno dei problemi della moglie, racconta Zuckerberg, è che si sveglia nel cuore della notte per vedere se i bambini stanno per svegliarsi, controllando l’ora. Ma poi, prosegue, Priscilla non riesce più a riaddormentarsi.

E dunque, ecco l’idea. “La scatola si posiziona sul comodino e tra le 6 e le 7 del mattino inizia a emettere una luce molto leggera – abbastanza visibile da capire quando è tempo di svegliarsi, ma al tempo stesso leggera al punto che se è troppo presto continua a dormire. E dal momento che non viene visualizzata l’ora se si sveglia nel cuore della notte sa che può rimettersi a dormire senza preoccuparsi dell’orario”.

L’appello di Zuckerberg agli imprenditori

Da ingegnere”, spiega ancora Zuckerberg, “realizzare un dispositivo per aiutare la mia compagna a dormire meglio è uno dei modi migliori con i quali posso esprimerle il mio amore e la mia gratitudine”. E poi lancia un appello: “Alcuni amici mi hanno detto che vorrebbero una cosa simile e così l’ho pubblicata nel caso in cui un imprenditore voglia farsi avanti e costruire scatole simili per più persone”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.