Incendio Notre Dame, non festeggiano solo i jihadisti ma anche i sovranisti

Notre Dame brucia, ma c'è chi esulta, come alcuni profili sul web che addossano le riesponsabilità al Presidente Emmanuel Macron e alla politica francese

Incendio Notre Dame a Parigi
Diversi i messaggi di solidarietà provenienti dal mondo musulmano

Notre Dame brucia, e brucia per ore. Cade la guglia, bruciano gli interni centenari in legno. Viene distrutto un pezzo di storia non solo francese ma dell’intera Europa, un pezzo della storia dell’arte e della cultura. E tutti siamo un po’ francesi oggi, raccolti davanti alle ceneri dell’incendio che ha devastato la cattedrale.

I commenti sul web

Quasi tutti. Perché c’è anche chi di questa distruzione esulta sul web. Giornalettismo riporta una carrellata di commenti in cui parecchi utenti si dicono soddisfatti per quella che ritengono essere la ricompensa per la “superbia” del Presidente Emmanuel Macron. Una sorta di giustizia divina, insomma. E non sono jihadisti, ma europei DOC.

Contro Macron

C’è chi inneggia alle dimissioni di Macron, e chi fa dell’ironia sopra ad una vignetta raffigurante Notre Dame in fiamme e un Macron sogghignante in vesti napoleniche: “Presidente Macron, la cattedrale brucia, non abbiamo abbastanza acqua” “Spruzzate Champagne”.

Ma alla fine, nessuno si è fatto male, questo è l’importante, sostiene qualcuno davanti alla cattedrale che brucia.

E profili inconfondibilmente sovranisti che fanno della tragedia di Notre Dame il segno della loro propaganda politica.


Anche se c’è chi interviene a far notare come questi commenti siano fuori luogo:


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.