Compra una profuga e la lascia morire di sete

Jennifer Wenisch, 27enne tedesca, ha fatto morire di sete una bambina che aveva comprato come schiava in Iraq.

Compra una profuga e la lascia morire di sete
Compra una profuga e la lascia morire di sete

Una 27enne tedesca ha comprato una profuga e l’ha lasciata morire di sete. Ora la donna, Jennifer Wenisch, che si era unita alle truppe dello stato islamico, rischia l’ergastolo. È accusata di aver commesso crimini di guerra. Come riporta Fanpage, I legali che rappresentano la madre della vittima (tra loro c’è anche la moglie di George Clooney, Amal) considerano questo procedimento giudiziario “il primo per i crimini commessi dall’Isis contro le vittime di religione yazida”.

Compra una profuga e la lascia morire

L’imputata è cresciuta in un ambiente complicato, anche se questo non può certamente rappresentare una giustificazione. Era completamente priva di una formazione e non ha mai completato gli studi. Nel 2014 aveva lasciato la Germania per aderire allo Stato Islamico.

Come membro dell’Isis aveva svolto sopratutto attività di pattugliamento. Vigilava sul rispetto delle “leggi” jihadiste sull’abbigliamento e sul “comportamento decoroso da tenere”.

Proprio in questo periodo, secondo l’accusa, aveva comprato insieme al marito una bambina di soli 5 anni per sfruttarla come schiava. Agghiacciante la ricostruzione dei magistrati tedeschi: “Un giorno in cui la bambina era malata, aveva bagnato il materasso facendo la pipì e il marito dell’imputata l’ha punita incatenandola all’esterno in un caldo infernale, lasciandola così morire di sete in modo atroce”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.