Sergio Zanotti parla dopo il rapimento: «Faccio fatica a riconoscermi allo specchio»

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato la liberazione dell'imprenditore Sergio Zanotti. L'uomo si trovava dal 2016 in Siria.

Sergio Zanotti
Sergio Zanotti (foto AdnKronos)

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato ieri che Sergio Zanotti è stato liberato. L’uomo venne rapito in Siria nell’aprile 2016. «A conclusione di una complessa e delicata attività di intelligence, investigativa e diplomatica, condotta in maniera sinergica, in data odierna siamo riusciti a ottenere la liberazione di Sergio Zanotti».

Liberato Sergio Zanotti

Sergio Zanotti liberato, l'annuncio di Conte
Sergio Zanotti liberato, l’annuncio di Conte (foto AdnKronos)

«Il nostro connazionale – commenta Conte – appare in buone condizioni generali. Tra qualche ora rientrerà in Italia, a Roma. Un ulteriore successo delle nostre Istituzioni e, in particolare, dell’Aise. A loro il mio più vivo e sentito ringraziamento».

Il commento

È tornato in Italia e ha commentato in seguito all’arrivo in patria. «Ieri mi sono visto per la prima volta allo specchio dopo tre anni – ha detto Zanotti – e ho fatto fatica a riconoscermi: sembro invecchiato di 15 anni». L’uomo, infatti, è stato ascoltato dal Procuratore Aggiunto Francesco Caporale e dal Sostituto della Procura di Roma Sergio Colaccio. L’uomo ha dichiarato di «aver cambiato circa 10 prigioni e che è stato trattato abbastanza bene. Non sono mai stato tenuto in catene. Mi hanno fatto girare diversi video con cambio di abito e di scenario».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.