Si finge un giovane scomparso dopo un rapimento: il test del Dna lo sconfessa

Si è finto Timmothy Pitzen, un ragazzino scomparso nel 2011 e scappato dai propri rapinatori. L'Fbi, dopo il test del Dna, ha scoperto un'altra verità.

Test del Dna sconfessa il finto Timmothy Pitzen
Test del Dna sconfessa il finto Timmothy Pitzen

Non è Timmothy Pitzen il giovane impaurito che mercoledì aveva chiesto aiuto in una città del Kentucky. A rendere nota la notizia l’Fbi. L’ufficio federale investigativo statunitense ha dichiarato che il test del Dna ha comprovato come il ragazzo sia in realtà Brian Michael Rini. Si tratta di un 23enne già arrestato in passato e recentemente uscito dal carcere.

Decisivo il test del Dna

Il ragazzo aveva dichiarato di essere riuscito a scappare da alcuni uomini che lo tenevano prigioniero all’interno di un motel sito nello Stato dell’Ohio. Una descrizione con tanto di particolari, risultati successivamente totalmente falsi, che aveva delineato l’immagine di due persone con tanto di elementi ben congegnati (tatuaggi con figure di serpenti).

Il racconto del fratello

Non è la prima volta che Brini si rende protagonista dei medesimi reati. Falsificazioni di documenti, furto con scasso e vandalismo lo hanno portato fino al carcere. Secondo il racconto del fratello, rilasciato alla Cbs, i due non si parlano «da quattro anni. Ha fatto tante cose stupide – dichiara il fratello – da quando è piccolo. Ma non mi sarei mai aspettato una situazione di questo tipo. Mio fratello ha la sindrome di Asperger, soffre di un forte disturbo bipolare». I parenti di Timmothy hanno dichiarato di non voler sporgere denuncia contro il ragazzo.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.