Venezuela, Maduro annuncia il razionamento dell’energia elettrica

Il Presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato un razionamento dell'energia elettrica in vigore dal 31 marzo, per evitare il rischio di nuovi blackout

Nicolas Maduro (twitter)
Il Presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato un razionamento dell'energia elettrica in vigore dal 31 marzo, per evitare il rischio di nuovi blackout

Il Presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato un piano di razionamento di energia elettrica per 30 giorni. La misura è stata attuata per far fronte ai continui blackout che hanno colpito il Paese a partire dal 7 marzo, e che hanno interrotto molti servizi tra cui la distribuzione di acqua. “Ho approvato un piano di 30 giorni”, ha dichiarato il Presidente Maduro. 

Razionamento in vigore dal 31 marzo

Durante questo periodo l’elettricità sarà razionata per assicurare un “equilibrio” tra generazione, trasmissione, distribuzione e consumo. “Con particolare attenzione“, ha detto Maduro, “a garantire la distribuzione di acqua”. Maduro non ha però specificato i termini concreti del piano di razionamento che, ha detto, “è entrato in vigore domenica 31 marzo”.

Il governo sostiene che i blackout a Caracas e in quasi tutti gli Stati venezuelani sono causati dai recenti atti di sabotaggio dell’opposizione. Un’opposizione che gli Stati Uniti sostengono.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.