Ragazzo porta in spalle a scuola il compagno di classe disabile per 6 anni

Un ragazzo porta tutti i giorni, da circa 6 anni, il compagno disabile a scuola. Se lo carica sulle spalle a casa e lo trasporta fino al suo banco. "Se non lo avessi aiutato io, non lo avrebbe fatto nessuno".

Ragazzo porta in spalle compagno disabile
Ragazzo porta in spalle compagno disabile

Un ragazzo porta tutti i giorni, da circa 6 anni, il compagno disabile a scuola. Se lo carica sulle spalle a casa e lo trasporta fino al suo banco. Una storia d’amicizia degna dei migliori romanzi per adolescenti. Ma questa volta è tutto vero. I due compagni sono inseparabili da quando avevano 6 anni. Uno grande, alto e forte, l’altro magro e disabile.

Questa storia arriva dalla città cinese di Meishan. Zhang Ze ha 12 anni ed è affetto da una malattia che gli impedisce di camminare e di essere autonomo. Per questo, il suo compagno e amico Xu Bingyang ha deciso di prendersi cura di lui. “Io peso più di 40 kg, mentre Zhang pesa solo 25. Per me è facile trasportarlo”, ha dichiarato Xu al Sichuan Online.

Ragazzo porta in spalle il compagno disabile

Xu Bingyang, dalla prima elementare, ha portato il suo compagno di classe a scuola per 6 anni. Lo portava a lezione e poi lo riportava a casa. Lo aiutava a mangiare e persino ad andare in bagno.

Xu è il mio migliore amico – ha detto Zhang – Ogni giorno studia, parla e gioca con me. Devo ringraziarlo per avere cura di me così fino ad oggi”. Zhang è affetto da Miastenia gravis, una malattia autoimmune che causa una debolezza muscolare molto grave. Zhang quasi on può muoversi. Per fortuna però ha incontrato Xu, che da grande ha già deciso di voler fare il volontario. Alla stampa ha anche detto il perché abbia deciso di aiutare il piccolo amico disabile. “Sono più grosso di lui. Se non lo avessi aiutato io, non lo avrebbe fatto nessuno“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.